Sogni e realtà

Al rientro dalle vacanze (2014)

Al rientro dalle vacanze sei sempre un po’ giù, devi riprendere la vita normale, il lavoro, la ruota da fari girare continuamente, quella sequenza da digitare per non far esplodere l’isola (cit. Lost).

Ma dopo una crociera quella sensazione di depressione va moltiplicata perlomeno per cento.

Partii ad ottobre con un ottimo tempo, non penso di creare problemi dicendo che era uno dei primi viaggi della Costa luminosa un nome di grande importanza per chi come me lavora nel campo dell illuminazione …… Che dire il viaggio e’ stato fantastico, un sogno.

Ho faticato per far passare quei momenti vissuti in crociera dallo stato di presente allo stato di passato, vissuto, andato.

La voglia di ripartire subito era talmente tanta che ho dubitato di essere stato drogato nel sonno (scherzo) ma in realtà ero stato talmente coccolato ed abituato alla perfezione che era difficile riadattarmi alla realtà pur sempre amata.

Pensare che in quei momenti di beatitudine possa una campana, una voce, un allarme, sconvolgerti la vita e’ un pensiero che non mi abbandona. Durante il viaggio abbiamo passato una notte di mare molto mosso, le onde arrivavano ai primi piani e la nave muoveva parecchio tanto da rendere difficoltoso il camminare, se non erro eravamo poco al di la’ delle Colonne d’Ercole (mi piace chiamarle così) ma mai ho avuto paura, la sensazione di solidità che mi dava la nave era incredibile, non ho dubitato neppure per un attimo che potesse accadere qualcosa.

Vedendo quelle immagini e sentendo voci ed emozioni non si può restare indifferenti, poi dare le colpe serve a poco, direi a niente, per uno che ha perso la persona amata in quel modo …. Purtroppo il mio cervello la notte va a mille ed al Giglio e dentro quella nave ci sono stato anche io, pur restando nel mio letto, ed ho vissuto quella disperazione come succede nel peggiore degli incubi.

Ricordo nel mio viaggio (quello reale) la cosa che notai subito dopo le prime ore che giravo per la nave era che mi perdevo continuamente, impieghi tre o più giorni per acquisire la sicurezza del sapere dove stai andando ….. Se capita qualcosa nei primi giorni e’ difficile che in una situazione di panico si possa fare qualcosa perlomeno io di sicuro sarei andato dalla parte sbagliata.

Allora cosa mi viene in aiuto nel sonno …. Luminosa, luce, guida, led, mappa, Light communication LiFi

Un sistema di geo localizzazione che mi indica dove sono io e dove sono i punti di incontro direttamente sul mio cellulare, un sistema sicuro basato sulla tecnologia LiFi che funziona senza internet senza che il cellulare abbia campo, funziona sempre, mi aiuta a salvare mia figlia e mia moglie e due amici conosciuti in nave che avevano il cellulare scarico.

Il capitano fa un ultimo, giro i passeggeri e l’equipaggio sono tutti in salvo, e può andare a casa.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi